giovedì 27 marzo 2014

SADLER RESTAURANT: LA BIBBIA IN CUCINA


Immagine del design artistico delle pareti di Sadler Restaurant

Ci sono tanti chef capaci di realizzare grandi cose, di portare la passione per il cibo ai massimi termini.

Ed è proprio il modo di fare, di vedere oltre le cose, di comunicare quello che si è realizzato, che lega lo chef a quell'espressione di cucina quasi leggendaria. 

Un valore che ho imparato nel tempo facendomi strada nei luoghi dall'estro stellato è quello di distinguere la capacità di eseguire un piatto a regola d'arte, (grande potenzialità), alla differenza  sottile che ti dona una pietanza eseguita col cuore. 

Questa nozione solo pochi grandi la posseggono, Claudio Sadler è uno di loro.


Hamburger d'astice con tuorlo d'uovo 

all'olio e gelatina al gewurztraminer



Per scoprire cosa significa una cucina eccelsa, da Sadler troviamo un palcoscenico pensato per gli estimatori convinti delle grandi tavole di charme, parole magiche: genialità in cucina, le materie prime assumono forma, sapore, stile, incontro, tradizione, non c'è una formula diversa che può dare un risultato da lode. 

Due stelle Michelin brillano all'appello, la prima insignita nell'anno 1992, in quello che allora era: l'Osteria di porta Ticinese, per poi crescere di valore con la seconda stella nel 2002, oggi in una nuova location, quello che è adesso Sadler Restaurant.


Il principio culinario di Sadler si spiega attraverso un concepimento dei piatti espresso in maniera esuberante, partendo però da una logica tradizionale. Questo gli permette di essere eclettico nel senso più ampio: un viaggiatore sensoriale del gusto che ha portato un mix asiatico nella sua filosofia culinaria, da Milano a Pechino il suo nome fa Scena. 

Un esempio di cucina al top, che si esprime all'interno di un contesto dallo scenario intimo chic, dove l'allestimento del design costituisce un impronta devota all'arte, che si snoda con bellissime corografie artistiche appese alle pareti. Stimoli visivi, dettagli ricercati, nelle linee che compongono gli arredi, colori tenui, spazi pensati per accompagnare ritmi e comodità diverse, racchiuse in quattro salette raffinate.

Il benvenuto ci incorona con appetitosi entré, una composizione di finger carichi di sapori,.
Ovviamente un'introduzione alle composizioni che lasciano posto al menu degustazione. 

Cinque portate che rendono irresistibile ogni assaggio. Hamburger d'astice, confezionato da una sequenza d'ingredienti delicati, insalata di puntarelle, cotte a bassa temperatura, accostamenti semplici, ma con effetti visivi coreografati, il bubble di mozzarella, un tocco food a sorpresa.

Il primo rende omaggio alla matriciana, ricetta che rompe gli schemi e nell'insieme è un piatto che si presenta con tutta la prepotenza dei sapori accesi, della famosa ricetta tradizionale. Sono l'equilibrio del resto delle materie prime che rivoluzionano il sapore.
I calamaretti spillo farciti di stoccafisso mantecato, giocano un ruolo fresco che smorzano la sapidità.
I piccoli gnocchi di patate posti al naturale sul piatto,sono  pronti per essere amalgamati col suo sugo.
Le favette incorniciano il tutto, un paio di assaggi di cui sarete conquistati.

Sfizioso e sempre al passo con i tempi, un piatto classico di Sadler: costolette d'agnello farcite di foie gras e tartufo nero, con patate al latte. Repertorio del gusto che ci trova tutti d'accordo.
L'idea in più, un trionfo di dessert, dettaglio che vi vizierà, per sigillare un'esperienza sensoriale di una cena speciale. 

Dolce finale per chiudere il pasto, sformatino di vaniglia e cioccolato bianco,  cremoso di zucca, candy all'anice, e crumble di caffe,  una proposta per chiudere in bellezza

.




















                                                                                                     

Vini in abbinamento, consigliati dal sommelier Vaccarini Min Tuan: champagne Brut s.a Henri Goutourbe, Gewurztraminer 2013 Tramin, Pinot bianco 2012 Tramin, Pinot nero Maglen 2011 Tramin, Moscato giallo 2013 Tramin.

Con la gradita presenza dell'architetto Sofia Galuzzi, esperta e profonda estimatrice delle grandi tavole.


Isabella Scuderi




Menù degustazione 75€, 120€, 160€ alla carta 130€
Guida Michelin 2 stelle
Al 29°posto dei ristoranti d’Italia
Espresso 15,5/20
Gambero Rosso 84 (Cucina 51)
Touring Club Una medaglia (Top 129)
Indirizzo: via Ascanio Sforza 77 I - 20141 Navigli
Telefono0258104451 Fax0258112343
Sito internet http://www.sadler.it

Nessun commento:

Posta un commento

Premio Versilia Gourmet 2017

Ieri 19 giugno 2017 si è svolto il premio Versilia Gourmet 2017:Il nostro inviato Massimo Gelati era presente per un reportage co...