venerdì 14 marzo 2014

ILARIO VINCIGUERRA RESTAURANT ''L'ORO DI NAPOLI''

La location è una sontuosa villa liberty, un ambiente semplicemente Trés chic.


Nella cucina di Ilario Vinciguerra, le materie prime, i profumi, i colori, prendono forma. Semplicità, stravaganza, ogni piatto è un palcoscenico della creatività. La natura degli ingredienti sta alla base della filosofia di cucina dello chef, semplificare i sapori, senza marcare i contrasti degli elementi, fanno si che il concepimento dei piatti abbia il fascino indiscusso del segno vincente nel palato.

I Must dei piatti ammiccano uno stile ''partenopeo'', la tradizione nel segno del contemporaneo, concetto che lo chef dedica nelle sue ispirazioni culinarie più eccelse.

Profumo, vincitore ad Alicante 2007.

Nuove presentazioni dei piatti, si sposano col gusto, qualità e innovazione, un appetizer realizzato all'interno di un contenitore a sfera, rivoluziona il modo di bilanciare gli ingredienti.Gamberi rossi shake e gin tonic, gelatina di limoni, con un cuore profumato d'olio d'oliva, le istruzioni per un'ottima degustazione del piatto consigliano: di aprire la sfera, apprezzandone subito il suo profumo, a piacere shakerare per rendere i sapori alleati, quindi degustare, riflessione finale? terminare col gin tonic, una cannuccia vi facilita il compito. Il fascino di questo piatto è, il genio del dettaglio, va in profondità a stimolare in nostri sensi.

Per una vivace permanenza a tavola, ecco a voi , una variegata passerella delle specialità, piccoli pannetti fritti con pomodoro di Corbara, panzarotti ripieni di formaggio fresco, pizzelle, pane con lievito madre, alle noci e semi di lino, integrale, grissini stirati a mano, sottili sfoglie olio e rosmarino, quadrotti brisé, anima napoletana questo è.




Bccalà confit, cotto a bassa temperatura, servito con purea di peperoni, polpa di olive nere, e croccante di peperone secco, gli abbinamenti sono una saporitissima tavolozza del gusto.












L'oro di Napoli, un dessert che è stato radicalmente ripensato, per dare un nuovo carattere alla pastiera napoletana, proposta in tre versioni (tradizionale, sotto forma di gelato e rivisitata dallo chef in una versione liquida racchiusa da un sottilissimo strato di oro).






Protagonista di una esuberante scena, l'ingresso a tavola di un effetto scenico da applausi: una brocca d'argento riversa un intenso fumo aromatico all'arancia, che avvolge l'atmosfera, per una ancor più complice introduzione dei dessert. E' un eccezionale ristorante con un servizio molto preparato, la carta vini molto ben composta, servita dalle migliori etichette nazionali ed estere, ce n’è davvero per tutti i gusti! i vini che ci hanno accompagnati sono stati: delle coppe Champagne di Bruno Paillard, per poi proseguire con dello Chardonnay San Valentine.


(Stefano Ruggero, responsabile del servizio di sala e Sommelier, Marika padrona di casa insieme a Ilario Vinciguerra, racchiude la filosofia del servizio).



Isabella scuderi


Giudizi delle Guide L'Espresso 17,5 su 20
Gambero Rosso 91 su 100
Riconoscimenti Gambero Rosso 3 Forchette
Espresso 2 Cappelli • Michelin 1

Indirizzo: Via Roma, 1 21013 Gallarate (VA) Telefono: 0331791597
Sito: ilariovinciguerra.it Email: info@ilariovinciguerra.it

Nessun commento:

Posta un commento

Premio Versilia Gourmet 2017

Ieri 19 giugno 2017 si è svolto il premio Versilia Gourmet 2017:Il nostro inviato Massimo Gelati era presente per un reportage co...