sabato 11 gennaio 2014

ALMA... UN DIPLOMA D'ORO D'ALTA CUCINA

(La cena di gala si è svolta nella sede della camera di commercio di Parma)

Un sentito ringraziamento ai seguenti personaggi:
L’Amministratore Delegato di Alma, Riccardo Carelli, Luciano Tona, Direttore Didattico di Alma, Andrea Sinigaglia  Direttore Operativo di Alma, il Maestro Gualtiero Marchesi, rettore della scuola. Senza la loro volontà, forse Alma non sarebbe l'istituzione che oggi rappresenta.


  

 













Alma, regina indiscussa del panorama internazionale dell'alta cucina, inizia l'anno con grandi manovre: la passione pragmatica degli allievi del corso superiore dell'alta cucina, è volto al termine, uno step, che li metterà alla prova in un ultimo Press test, che li consacrerà a tutti gli effetti maestri artigiani del gusto.













Ore 8,00, di un tiepido e soleggiato Venerdì 10 Gennaio, si da il via a quella che vuole essere una lunga giornata di prove, discussioni, prestazioni, nervi tesi, e diploma alla mano. Ciascuno allievo affronta una prova pratica e teorica, discutendo una tesina, scritta di loro pugno, che si riallaccia alla cucina territoriale e ai prodotti tipici della zona dove hanno prestato il loro primo vero impegno sul campo.

L’esame pratico presenta: un menu che richiede di sviluppare due o tre portate in linea alla creatività, alla tecnica, e ai colori della cucina, e chiaramente facendo riferimento alla più alta forma d'espressione che il Maestro Gualtiero Marchesi insieme ai docenti della scuola, hanno impartito loro.
Immaginate un edificio, come la reggia di Colorno, gremita di giovani promesse, e grandi sogni, osservo l'espressione dei loro volti, un misto di saper fare, e stizza, che precede le domande della commissione.

La prova pratica nello specifico protocollo, sottopone gli studenti a preparare un piatto obbligatorio, uguale per tutti: risotto oro e zafferano, questo è il piatto che  scommette sulle loro capacità di eseguire la ricetta a regola d'arte, ''l'arte di Gualtiero Marchesi''.





Nomi importanti spiccano nella lista dei giudici, col ruolo in causa di essere artigiani illustri dell’alta cucina: Paolo Trippini, Ivano Rocchebono, Silvio Salmoiraghi (ristorante Acquerello), Natascia San...tandrea, Corrado Parisi (Locanda del Monsù), Matteo Vigotti (Peck), Enrico Gerli (ristorante i Castagni.) e Pierantonio Rocchetti.
E vi assicuro nulla sfugge al loro metro di giudizio, attenti, vigili del dettaglio, assaggio dopo assaggio ne decidono il risultato, cartella alla mano, e con in mente un voto.




 













(Sono partiti in sessanta, sotto esame delle commissioni, in cinquantasette hanno conseguito il diploma)

Spesso sono i luoghi e le storie di grandi passioni, che catturano il nostro interesse, ed Alma stasera è stata testimone di parole, quelle parole rotte dall'emozione di un traguardo, talenti straordinari, piccoli grandi campioni, spiriti audaci di un impresa che non segna solo l'ora di una vittoria personale, segna l'orgoglio di un mestiere antico di valori, perché è proprio di questo che si tratta, non è solo un diploma di studio, che premia l'impegno e il risultato, numeri che decretano un punteggio.
Alcuni di loro ameranno il loro credo in cucina, e saranno felici di aver scelto questo ruolo, ma come a volte accade sotto il sudore di una divisa, si cela un cigno, che un giorno lo renderà un nuovo Gualtiero Marchesi.

Isabella Scuderi


http://www.alma.scuolacucina.it/


Nessun commento:

Posta un commento

Premio Versilia Gourmet 2017

Ieri 19 giugno 2017 si è svolto il premio Versilia Gourmet 2017:Il nostro inviato Massimo Gelati era presente per un reportage co...